Al n. 6 di Via Sant’Andrea vi è l’accesso a Palazzo Morando, edificato in stile barocchesco attorno alla metà del XVII secolo, ma successivamente rimaneggiato. Alcune voci raccolte parlavano dell’esistenza di un rifugio casalingo di circostanza. In effetti, al di sopra di uno degli accessi alle cantine, chiuso con una moderna porta metallica, rimane riconoscibile una freccia bianca in campo nero che punta proprio alla porta. Una piccola colonna con tanto di capitello è invece quanto forse rimane delle puntellature d’epoca.