Costruito nel 1944, si tratta di una galleria rivestita in pietra locale sbozzata e mattoni, con accessi protetti in cemento.

Anche questa opera è stata resa visitabile sin dal 2011 dal Gruppo Speleologico Prealpino con la collaborazione del Comune di Varese.

Oggi si può percorrere in parte questa particolare struttura sotterranea contattando il Gruppo Speleologico Prealpino:

tel.: 3313721046

info@speleoprealpino.it

Per ulteriori informazioni si allega la locandina che ci è stata data prima della visita e s’invita ad accedere al sito web: speleoprealpino.it

 

Perché “in parte”? Il tratto superiore della galleria è caratterizzato da una bella teoria di “stalattiti a spaghetto” bianchissime, le quali fanno da padrone e chiedono di essere ammirate a debita distanza.

Complimenti a Guglielmo Ronaghi e agli speleo del Gruppo Speleologico Prealpino.

 

EPSON MFP image

EPSON MFP image