Denominazione: Pozzo della Notte (fig. 16)
Numero catastale: CA 01018 LA VTUbicazione: Pian della Regina
Cartografia: I.G.M. 142-1-NO; C.T.R. 354100 TARQUINIA NORD; Modus 1:2000 10/1983
Quota: 173.6 m s.l.m.
Posizione: /
Unità geologica: Calcare di Tarquinia; Pliocene Inferiore e Medio
Svolgimento lavori: settembre 1989, aprile 1991
Operazioni condotte: esplorazione, rilievo planimetrico, servizio fotografico
Stato di conservazione: discreto
Contesto: mancante
Avvertenze: le pietre che coronano la bocca potrebbero franare
Interventi: consolidamento della bocca e svuotamento
Collocazione: situata nei pressi dell’Ara della Regina, in direzione sud est, l’opera è chiusa da una grata e recintata.
Forma: lo scavo ad asse verticale è regolare ed ha una forma a imbuto: nella prima parte è cilindrico e nella seconda a tronco di cono; è completamente incamiciato.
Destinazione: ha l’aspetto di una cisterna.
Imboccatura: sprovvista di vera, è coronata da due incompleti corsi regolari di grossi conci, come si può vedere nella sezione A. Poggiano su una vera monolitica spessa 12 cm con un diametro interno di 0.45 m. Dopo un tratto di 20 cm rivestito in mattoni e piccole pietre legati da malta, una seconda vera monolitica spessa 20 cm presenta al suo interno cinque fori quadrati di 5 cm di lato e profondi altrettanto.
Dimensioni: profondità 5.72 m, all’accesso misura 0.45×0.4 m e alla base ha un diametro di 1.92. m.
Pedarole: assenti.
Condotte: a 1.42 m dall’accesso vi è un foro rettangolare di 14×10 cm, non in asse con il pozzo e orientato in direzione nord-est, che potrebbe essere la sede di una condotta.
Osservazioni: l’attuale fondo è costituito da un pronunciato cono in prevalenza di pietre, alto 1.2 m.
Note: potrebbe essere interessante effettuare la datazione dei laterizi.
Bibliografia: assente.

 

       

 

ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO