Articolazione del progetto “Tarquinia Sotterranea”
L’entità del patrimonio ipogeo del territorio tarquiniese è tale da non consentire ancora di esprimersi in una sintesi. Resta ancora lontano il compimento del piano di esplorazione delle cavità e necessariamente occorre che chi abita nel territorio possa concorrere a tale intervento conoscitivo, coinvolgendo quanti lo hanno già studiato nell’esposizione dei dati raccolti in una sede unitaria.
In sintesi, il progetto speleologico è stato così articolato:
Parte A 1. ricognizione sistematica sul Pian di Civita e sul Pian della Regina 2. ricognizione sistematica nelle aree circostanti la Civita di Tarquinia 3. rilevamento, servizio fotografico e studio delle cavità artificiali individuate 4. proposta d’intervento presso le cavità ritenute maggiormente interessanti
Parte B 1. ricognizione effettuata sulla base di segnalazioni (quindi ‘non sistematica’) sul territorio del Comune di Tarquinia 2. ricognizione sistematica nelle aree ritenute maggiormente interessanti 3. rilevamento, servizio fotografico e studio delle cavità artificiali individuate 4. proposta d’intervento presso le cavità ritenute maggiormente interessanti
Parte C 1. recupero di materiale bibliografico e d’archivio inerente alle cavità artificiali del territorio 2. recupero di un’eventuale memoria storica legata alle cavità artificiali del territorio
Parte D 1. inquadramento geologico del territorio, con studio a carattere idrogeologico 2. rilevamento topografico e posizionamento delle cavità artificiali
Parte E 1. studio e analisi del materiale raccolto 2. sintesi e resoconto.

TARQUINIA UNDERGROUND

 

ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO