Il pozzo graduato è un pozzo propriamente detto, la cui funzione è di misurare il livello delle acque generalmente fluviali, grazie alla graduazione segnata in modo indelebile internamente, nonché di consentire le previsioni sulle eventuali piene.

Il più noto esempio è il “nilometro”, in Egitto. Ecco quanto scrive il gesuita Kircheri nel XVII secolo nel libro Mundus Subterraneus: «Niloscopium, celeberrimum in Aegipto, uti olim ita nunc celeberrimum est Hidrometrium. Est autem fabrica rotunda in ripa Nili adinstar putei, in cujus medio columna marmorea spectatur 20 parallelis circulis, numeris suis columnae incisis; ex adsensu verò & descensu aquae, tempore inundationis Nili, Aegyptii cognoscunt anni futuram constitutionem vel ad sterilitatem, vel ad ubertatem annonae inclinantem» (Kircheri A., Mundus subterraneus, Amsterdam 1678, p. 310).

Testi di riferimento:

Padovan Gianluca (a cura di), Archeologia del sottosuolo. Lettura e studio delle cavità artificiali, British Archaeological Reports, International Series 1416, Oxford 2005.

Basilico Roberto et alii, Italian Cadastre of Artificial Cavities. Part 1. (Including intyroductory comments and a classification), British Archaeological Reports, International Series 1599, Oxford 2007.

 

nilometro-di-kom-ombo-presso-il-tempio-di-sobek-e-haroeris-ph-rino-trani