«TARQUINIA SOTTERRANEA»

di Gianluca Padovan (associazione SCAM-FNCA)

Nell’ambito della ricerca e dello studio delle cavità artificiali in Italia Centrale, dal 1988 al 2005 si sono prese in considerazione anche le opere ipogee del territorio di Tarquinia (Viterbo). Data la quantità di cavità artificiali presenti, si può dire che il lavoro da svolgere sia ancora enorme. Un passo, comunque, lo si è fatto. Le opere indagate sono in massima parte cisterne e impianti di trasporto dell’acqua come acquedotti e fognature. Non si sono indagate le opere d’inumazione, eccettuati un paio d’interventi ricognitivi effettuati per espressa richiesta delle Autorità. L’intento del lavoro è stato quello di capire il sistema di approvvigionamento idrico nel territorio e soprattutto sulla Civita di Tarquinia, una delle città etrusche, la quale occupava la parte sommitale del tavolato calcareo (Macco tarquiniese).

Come ho avuto modo di argomentare più volte, sono dell’idea che per comprendere il grado di evoluzione raggiunto e applicato in un insediamento occorra considerare il seguente trinomio: come si alimentava d’acqua, come la smaltiva e come si difendeva.

Uno dei lavori che documenta l’attività condotta presso l’antica Tarquinia è il seguente:

-Gianluca Padovan, Civita di Tarquinia: indagini speleologiche. Catalogazione e studio delle cavità artificiali rinvenute presso il Pian di Civita e il Pian della Regina, British Archaeological Reports, International Series 1039, Oxford 2002.

Anche al di sotto dell’odierna Tarquinia, ovvero la medievale Corneto, si sono indagate numerose cavità artificiali. Si segnala un lavoro svolto all’interno del noto acquedotto ipogeo di Fontana Antica-Fonta Nova, corredato dal rilievo planimetrico restituito su supporto CAD:

-Basilico Roberto, Ninni Claudia, Padovan Gianluca, L’acquedotto di Fontana Antica a Tarquinia, in Basilico Roberto, Bavagnoli Luigi, Del Lungo Stefano, Padovan Gianluca, Wilke Klaus Peter (a cura di), Atti I Congresso Nazionale di Archeologia del Sottosuolo: Bolsena 8-11 Dicembre 2005. Archeologia del Sottosuolo: Metodologie a Confronto, Vol. 1, B.A.R. International Series 1611, Oxford 2007, pp. 75-116.

 


 

 

 

Celestino Ghezzi nell'acquedotto della Gabelletta (Tarquinia)

 

 

 

 

 

 

 

Davide Padovan nell'acquedotto di Fontana Antica (Tarquinia)