Edita dal Comune di Napoli nel 1967, la «Relazione della Commissione di Studio» ha redatto un documento di circa 400 pagine (pp. 500 nella versione digitalizzata) sugli studi effettuati nel sottosuolo di Napoli, censendo ben 366 cavità artificiali. Vi sono inoltre foto in b/n, tavole, planimetrie e le schede della “Documentazione per il sottosuolo del Comune di Napoli”.

Il lavoro è monumentale e, nonostante sia “datato”, fornisce la chiarissima traccia di come si debba affrontare un lavoro sulle cavità artificiali urbane. Costituisce inoltre un documento che non ha probabilmente eguali né in Europa, né altrove nel mondo.

Non si tratta di fare campanilismo spicciolo, ma solo di farvi capire come si riposi su di un patrimonio storico, artistico e culturale di elevato valore e di grande consistenza, che in questi decenni solo gli sforzi di pochi, ma tenacissimi ricercatori, documentano. Documentano a beneficio di una cultura tangibile, reale, propria del nostro popolo.

La digitalizzazione del volume è stata realizzata da Napoli Underground e l’autorizzazione della diffusione è stata concessa dal Direttore Generale del Comune di Napoli Dott. Vincenzo Mossetti su indicazione del Sindaco On. Rosa Russo Iervolino.

Il lavoro è imponente: circa cinquecento pagine interamente scaricabili. Ringrazio Fulvio Salvi, che con l’intera famiglia da anni gestisce e fa crescere questo importante e decisamente fondamentale sito d’informazione speleologica che nessuna istituzione né italiana né estera ha saputo eguagliare:

www.napoliunderground.org

L’invito a tutti i ricercatori e gli studiosi del settore cavità artificiali è di prendere visione del lavoro e d’imparare da questo, come in tanti stiamo già facendo. Poi, con buona voglia e tempo, mandiamo i frutti delle nostre indagini a Fulvio Salvi, affinché le divulghi è continui a mostrare come si possa condurre una informazione speleologica e culturale di alto livello anche con la collaborazione di tutti, nessuno escluso!

Ringrazio Fulvio Salvi e la sua Famiglia e auguro a tutti un proficuo lavoro.

Gianluca Padovan (Associazione Speleologia Cavità Artificiali Milano – Federazione Nazionale Cavità Artificiali)