Bombardano Milano: presentazione del libro con Libreria Militare

Nuovo libro su Milano. Con la Libreria Militare di Milano si è presentato il libro: Bombardano Milano. Rifugio Antiaereo N° 87 La presentazione, diretta da Angelo Pirocchi della Libreria Militare e a cui hanno partecipato in qualità di autori Maria Antonietta Breda, Alessandro Calini e Gianluca Padovan, è stata registrata, montata e resa visibile al seguente link:   Buona visione!  ...

INTRUSIONE ALLA PRESENTAZIONE VIA WEB DEL LIBRO

Egregi, siamo dispiaciuti, nonché costernati, per l’intrusione avvenuta ieri nel corso della presentazione del libro “Bombardano Milano”. E ce ne scusiamo come Ass.ne SCAM-FNCA e anche da parte della Libreria Militare, la quale oggi ha presentato formale denuncia.Visto il contenuto pedopornografico dell’intrusione sarà data priorità all’indagine da parte delle Forze dell’Ordine. L’accaduto ci indigna non perché la “diretta” sia stata interrotta, bensì per il contenuto del filmato trasmesso dall'”haker” o chi per esso. Gli individui che si approfittano e abusano soprattutto dei minori non meritano di vivere all’interno della societas, in quanto indegni. Purtroppo il detrimento dei valori è progressivo, pertanto ci ricorda che è in atto una guerra alla società umana, da parte di individui che di umano hanno solo, forse, le sembianze. Continuiamo ad occuparci di cultura e di storia, ma non dimentichiamo che se vogliamo che la “societas ideale” possa tornare ad essere reale, occorrerà combattere, su ogni fronte, questo genere di individui. Cordiali saluti. Gianluca...

ATTI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO: Attrezzature per le indagini

ATTI DEL PRIMO CONGRESSO NAZIONALE DI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO MATERIALI: ATTREZZATURE PER LE INDAGINI Presso le sale della torre medievale che ospita la sede dell’Associazione Scuola Sub Lago di Bolsena è stata allestita una mostra di materiali utilizzati nelle operazioni in cavità artificiali, in speleologia, speleosubacquea e subacquea. Si riporta l’elenco delle Associazioni che hanno esposto le attrezzature. – Associazione Exploring Academy (Mantova). – Associazione Roma Sotterranea. – Associazione Scuola Sub Lago di Bolsena. – Associazione Speleologia Cavità Artificiali Milano (S.C.A.M.).   ATTREZZATURE PER LE...

ATTI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO: Mostra sulle opere ipogee d’Italia

ATTI DEL PRIMO CONGRESSO NAZIONALE DI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO MOSTRA: LE CAVITÀ ARTIFICIALI IN ITALIA Presso la Galleria d’Arte Sala Cavour si è allestita la mostra fotografica: “Le Cavità Artificiali in Italia”. Si riporta l’elenco degli espositori, con i titoli delle singole sezioni. – Associazione Exploring Academy: Il forte di Pietole. – Associazione Regionale Cavità Artificiali (A.R.C.A.): Segrete. Viaggio negli ipogei artificiali del Friuli Venezia Giulia. – Associazione Speleologia Cavità Artificiali Milano (S.C.A.M.): L’acquedotto ipogeo di Fontana Antica a Tarquinia. – Associazione Toward Sky Todi: L’acquedotto delle Fontane Secche a Bagnoregio. – Federazione Nazionale Cavità Artificiali (F.N.C.A.): L’acquedotto ipogeo Colombano Romean in Alta Val di Susa. – Gruppo Speleologico Monfalconese A. D. Fante: La Caverna Vergine. – Gruppo Speleologico Monfalconese A. D. Fante: La Grotta dei Pipistrelli. – Gruppo Speleologico Pradis: Opere fortificate ipogee del Vallo Littorio in Friuli Venezia Giulia. – Speleotecnica S.r.l.: Orvieto Underground. – Roberto Zorzin: Miniere del Veronese.   LE CAVITÀ ARTIFICIALI IN ITALIA  ...

ATTI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO: Filmati dal sottosuolo

ATTI DEL PRIMO CONGRESSO NAZIONALE DI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO FILMATI: OPERE IPOGEE Durante il Congresso sono state presentate alcune proiezioni sul tema “Opere Ipogee”, sia presso il Centro Limnologico del Lago di Bolsena, sia presso il Teatro Storico S. Francesco. Si riporta l’elenco degli Autori, con i titoli dei lavori. – Associazione Speleologia Cavità artificiali Milano (S.C.A.M.): Bergamo sotterranea. – Associazione Exploring Academy: Il forte di Pietole. – Matteo Bertulessi (Gruppo Sommozzatori di Almè): Il labirinto del Minotauro. – Gruppo Speleologico Lecchese C.A.I.: In fondo al mulino: la sorgente di Castelcivita. – Gruppo Speleologico Monfalconese A. D. Fante: La Grande Guerra sul Carso. – Gruppo Proteus Speleosub: Antro delle Gallerie. – Davide Padovan (Associazione Speleologia Cavità artificiali Milano): Le armi del lago di Bolsena. – Gianluca Padovan (Associazionene Speleologia Cavità Artificiali Milano): Irlanda sotterranea. – Società di Studi Carsici “A. F. Lindner” – Fogliano (Gorizia): La Monte. – Società di Studi Carsici “A. F. Lindner” – Fogliano (Gorizia): La presenza dell’Uomo nelle cavità attraverso le sue opere. – Ugo Stocker (Società di Studi Carsici “A. F. Lindner” – Fogliano – Gorizia): Piancavallo. FILMATI DAL SOTTOSUOLO...

ATTI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO: Armi medievali del Lago di Bolsena

ATTI DEL PRIMO CONGRESSO NAZIONALE DI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO ARMI MEDIEVALI DEL LAGO DI BOLSENA Autore Domingo Dettori Archeologo Tavole Paola Di Giuseppantonio Di Franco Archeologa Fotografie Marco Belardi Fotografo Sommario L’esistenza di opere ipogee presso l’isola Bisentina e l’isola Martana, nel lago di Bolsena, ha fatto promuovere alla Federazione Nazionale Cavità Artificiali una indagine preliminare lungo le loro coste, alla ricerca di cavità sommerse. Come risultato si è avuta la sorpresa di rinvenire alcune armi d’epoca medievale. Abstract The existence of subterranean works on the isles Bisentina and Martana, in the Lake Bolsena, has brought the National Federation of Artificial Cavities (F.N.C.A.) to undertake a preliminary exploration of their shorelines in search for submerged cavities. A surprising result was the finding of some medieval arms on the lake-bottom. 1 – Introduzione   Recenti prospezioni subacquee nel lago di Bolsena, eseguite dalla Federazione Nazionale Cavità Artificiali con il supporto della Scuola Sub del Lago di Bolsena, hanno portato al rinvenimento, presso l’isola Martana, di alcune armi medievali: una celata e due asce barbute di ferro (ascia “A” rinvenuta da Massimo Circi; ascia “B” e celata rinvenute da Davide Padovan) (figg. 1, 2, 3, 4 e 5 e tavv. I, II e III). Il recupero di questi reperti é di grande importanza per almeno due ragioni. Anzi tutto il ritrovamento di armi o armature nei contesti archeologici è molto raro, perché già in antico, dopo gli scontri e le battaglie, tali manufatti venivano sistematicamente recuperati (Settia 1993, pp. 137-139. Settia 2002, pp. 56-60). Le armi, infatti, erano oggetti molto preziosi e andavano a costituire la parte più significativa del bottino...