ATTI DEL PRIMO CONGRESSO NAZIONALE DI ARCHEOLOGIA DEL SOTTOSUOLO:

L’ACQUEDOTTO DI FONTANA ANTICA A TARQUINIA

Autori
Roberto Basilico (Ass.ne Speleologia Cavità Artificiali Milano; Federazione Nazionale Cavità Artificiali)
Claudia Ninni (Ass.ne Speleologia Cavità Artificiali Milano; Federazione Nazionale Cavità Artificiali)
Gianluca Padovan (Ass.ne Speleologia Cavità Artificiali Milano; Federazione Nazionale Cavità Artificiali)

Fotografie
Gianluca Padovan (Ass.ne Speleologia Cavità Artificiali Milano; Federazione Nazionale Cavità Artificiali)

Tavole
Roberto Basilico (Ass.ne Speleologia Cavità Artificiali Milano; Federazione Nazionale Cavità Artificiali)
Claudia Ninni (Ass.ne Speleologia Cavità Artificiali Milano; Federazione Nazionale Cavità Artificiali)

A Vittorio Castellani, recentemente scomparso

«La barbarie è la condizione naturale dell’umanità – disse il forestale, fissando tristemente il cimmero –. La civiltà è innaturale, invece. È un capriccio delle circostanze. E alla fine, inevitabilmente, la barbarie deve trionfare»

Robert Howard, Il regno di Conan il Grande

Sommario

Presso la città medievale di Corneto, oggi denominata Tarquinia (VT), esiste un acquedotto ipogeo scavato nella roccia calcarea. È noto con il nome di Acquedotto di Fontana Antica – Fontana Nova, in quanto allo sbocco presenta due fonti in muratura, la seconda delle quali ancora attiva. Non si conosce l’epoca di costruzione e si è ricostruita la sua storia “recente” corredata dal rilievo planimetrico.

Abstract

In the medieval city of Corneto, today called Tarquinia (Viterbo), exists a subterranean aqueduct cut through the limestone. It is known under the name of Acquedotto di Fontana Antica – Fontana Nova, because it has two outlets in masonry, the second of which is still active. The time period of it’s construction is unknown, we could only reconstruct the “recent” history and adorn it with a planimetric survey.

L’ACQUEDOTTO DI FONTANA ANTICA A TARQUINIA